Cosa vedere a Capodistria
Europa,  I Viaggi

Cosa vedere a Capodistria in poche ore

Nel viaggio estivo in Friuli Venezia Giulia non abbiamo rinunciato ad una capatina fuori dai confini Italiani.

La Slovenia così vicina, era una tentazione troppo forte per farsela scappare.

Purtroppo le condizioni meteorologiche non sono state delle migliori.

Buona parte del giorno a Capodistria l’abbiamo dovuto trascorrere riparandoci da un acquazzone che sembrava infinito.

Così invece di vedere Capodistria in un giorno ci siamo dovuti accontentare di poche ore.

Ma facciamo un passo indietro.

Abbiamo scelto Capodistria perché è la prima grande citta Slovena che si incontra usciti dai confini Italiani, a poco più di una ventina di chilometri da Trieste.

Molto importante è sapere che, se si entra in Slovenia in automobile, bisogna stare attenti alle strade che si decide di percorrere.

Infatti per circolare è necessario acquistare la Vignetta Slovena, un bollo che permette di percorrere  autostrade e strade a scorrimento veloce.

Il costo non è elevato ma il taglio di bollo più piccolo è di una settimana e per chi, come noi, restava solo un giorno, risultava essere una spesa veramente inutile.

L’alternativa per muoversi, senza incorrere in spiacevoli multe, è utilizzare solo strade secondarie come abbiamo fatto noi.

La distinzione è agevole.

Evitate le strade segnalate in verde (autostrade) e blu (tangenziali, strade a scorrimento veloce) a favore di tutte quelle segnalate in giallo.

COME RAGGIUNGERE CAPODISTRIA

Cosa vedere a Capodistria

Se non avete acquistato la Vigneta Slovena dovete procedere come segue:

superata la dogana di Rabuiese, sulla destra troverete un distributore di benzina; mantenete la destra e seguite le indicazioni per Skofje.

Attraversato il piccolo paesino di Skofje, bisogna seguire le indicazioni per Dekani e Bertoki.

Infine troverete le indicazioni per Koper.

Il parcheggio del mercato è molto ampio e dista pochi metri dal centro storico.

COSA VEDERE A CAPODISTRIA

Capodistria è la porta sul mondo della Slovenia, caratterizzata da un centro storico medievale abbastanza raccolto da permettere di essere visitato in una giornata.

Al centro della città vecchia si trova Piazza Tito, un’enorme piazza molto influenzata, dallo stile architettonico della Serenissima.

Qui si può ammirare il Palazzo Pretorio, un tempo sede del Podestà.

Sempre nella piazza ha sede la Torre Civica, la Cattedrale e il Palazzo della Loggia.

Attraversando l’arco del Palazzo Pretorio, inizia la Cevljarska Ulica che è  la via dei calzolai, una delle più belle della città.

Sempre da Piazza Tito, parte la Kidriceva Ulica dove si possono ammirare diverse case medievali.

Piazza Carpaccio è un’altra meta della visita a Capodistria.

Qui si trova la Taverna, un porticato che aveva funzione di magazzino del sale, la casa del pittore Vittorio Carpaccio, la Colonna di Santa Giustina.

Tra la via Porta Isolana e la via Bossedraga si trova la Rotonda di Sant’Elia, una delle chiese più antiche della città.

Aveva funzione di battistero e luogo di culto; ha forma cilindrica ed è perfettamente conservata.

Se avete la fortuna di visitare Koper, Capodistria in lingua Slovena, in una bella giornata serena potete terminare la visita con una bella passeggiata sul lungomare della città ed ammirare un bel tramonto.

Cosa vedere a Capodistria

 

Cosa vedere vicino a Trieste? Ecco qualche idea di luoghi da visitare:

 

Continua a seguirmi anche su Facebbok, Instagram, Twitter, YouTube e Pinterest.

Se ti è piaciuto quello che hai letto condividilo con chi vuoi

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *