Visita al Parco della Grande Guerra a Monfalcone
Friuli Venezia Giulia,  I Viaggi

Visita al Parco della Grande Guerra a Monfalcone

Uno dei motivi per cui ho scelto il Friuli Venezia Giulia come destinazione estiva è la sua grande ricchezza di percorsi ed itinerari storici collegati alla Grande Guerra.

In questa regione, le cicatrici e i segni di questa vicenda storica sono terribilmente visibili.

Visita al Parco della Grande Guerra a Monfalcone

Itinerari, sacrari, ossari, cimiteri di guerra, monumenti e musei narrano gli eventi accaduti nelle battaglie tra il 1915 ed il 1917.

A Monfalcone è presente il parco tematico della Grande Guerra.

Nel 1915, a partire dal mese di giugno, le alture della città di Monfalcone furono teatro dello scontro tra le truppe italiane e i reparti austro-ungarici che occupavano le quote più alte del territorio.

Gli scontri proseguirono fino a metà del 1917.

Nei sentieri ed itinerari del parco è possibile visitare le trincee e camminamenti realizzati durante il lungo conflitto.

Le trincee furono ricavate dalla roccia e rinforzate con parti in cemento.

Sono visitabili in parte alcune caverne che venivano utilizzate come ricovero.

La Quota 85 è dedicata all’eroico Enrico ed è presente un monumento alla sua memoria.

Enrico Toti, patriota italiano, non era un soldato arruolato in quanto senza una gamba. Questo non lo fermò e partecipò a diverse azioni militari.

Venne ucciso dagli austriaci a Monfalcone ma prima di morire continuò ad incitare i compagni e come ultimo gesto lanciò la propria stampella contro il nemico.

Tra i punti che consiglio visitare oltre al trincerone di Quota 85 è la trincea Joffre con la Grotta Vergine.

Ovviamente in base al tempo a disposizione si può procedere per visitare anche le quote successive.

Informazioni utili

Visita al Parco della Grande Guerra a Monfalcone

Il parco si estende per 4 chilometri quadrati ed è visitabile tutto l’anno e vi si accede liberamente.

Sono presenti diversi itinerari di lunghezza più o meno impegnativi ma adatti anche ad escursionisti meno esperti.

Vi si accede dal sottopassaggio di Via del Carso dove troverete immediatamente le indicazioni per la visita.

Appassionati di luoghi collegati ad importanti eventi storici?

 

Continua a seguirmi anche su Facebbok, Instagram, Twitter, YouTube e Pinterest.

Se ti è piaciuto quello che hai letto condividilo con chi vuoi

Oppure scarica e stampa il pdf per portarlo con te nei tuoi viaggi.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *