Visita al Castello di San Pelagio
I Viaggi,  Italia,  Veneto

Visita al Castello di San Pelagio, idee per una gita fuori porta

Finalmente fuori dai confini dell’Emilia Romagna: visita al Castello di San Pelagio

Era da novembre che non varcavo i nostri confini regionali, ossia dal bellissimo viaggio in Garfagnana con la visita ad uno dei musei più particolari che io abbia mai visto.

Il primo week end giallo di primavera ho deciso di passarlo non solo lontana da casa ma anche fuori dalla mia regione.

Volevo trovare un luogo lontano dalle grandi città e che potesse contenere bellezza, natura, arte e curiosità.

Visita al Castello di San Pelagio

Ed ancora più difficile, potesse accontentare sia piccoli che grandi.

Ma dove si trova il Castello di San Pelagio?

La località si chiama Due Carrare in provincia di Padova.

Raggiungerlo è semplicissimo in quanto si trova a pochi chilometri dall’uscita dell’autostrada.

L’autostrada è la A13 e l’uscita si chiama Terme Euganee.

E’ la stessa uscita che potete utilizzare per vedere i bellissimi borghi MonseliceArquà Petrarca, Montagnana ed Este.

Una gita per tutti: visita al Castello di San Pelagio

Ma perché una visita al castello di San Pelagio è adatta a tutti?

Il Castello si trova immerso in un bellissimo ed ampio parco dove i bambini all’ingresso ottengono una mappa per una speciale e molto green caccia al tesoro.

Dovranno cercare e riconoscere alberi e dovranno prendere le loro impronte digitali.

Potranno abbracciare gli alberi con delicatezza e rispetto.

Potranno ammirare il meraviglioso cigno bianco candido che placidamente si muove all’interno del piccolo laghetto circondato da piante e fiori e perdersi nei diversi labirinti o ammirare i continenti rappresentati da disegni, sculture e ovviamente dalla natura.

Salire sulla piccola collinetta che nasconde l’antica ghiacciaia piacerà a grandi e piccini come esplorare il giardino segreto dove ammirare la vasca termale in pietra.

Affascinante per tutti l’area espositiva dedicata al volo.

All’interno, ma anche all’esterno, del castello  si trova una vasta area è dedicata ad alianti, ultraleggeri, elicotteri e a collezioni di motori ed eliche.

Nel parco vi imbatterete anche in un missile intercettore teleguidato.

Ma non è ancora tutto.

Con un piccolo supplemento ed attraverso le visite guidate si possono ammirare le Stanze Dannunziane.

Qui nell’estate del 1917 dimorò Gabriele D’Annunzio durante la realizzazione di un campo di volo da parte dell’esercito italiano.

Un’ultima curiosità.

 

Il 9 agosto del 1918 D’Annunzio partì da qui per il suo folle volo su Vienna.

Per chi non fosse a conoscenza di questa epica impresa.

D’Annunzio al comando di 8 biplani Ansvaldo SVA sorvolò Vienna lanciando dei manifesti che oltre all’immagine del tricolore esortavano il popolo austriaco alla resa ed alla fine di ogni conflitto con la nostra patria.

Ora non vi resta che organizzare quanto prima una visita a questo incredibile luogo.

Maggiori informazioni e prenotazioni sono possibili attraverso il sito del Castello.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *