Spray antizanzare in viaggio
Collaborazioni,  I Consigli

Spray antizanzare, serve portarlo in viaggio?

Un aspetto da non sottovalutare quando si viaggia è la salute. Molte persone al momento di partire pensano solo al lato più divertente della vacanza: il sole, il mare, cosa visitare, il relax, i drink e le risate. Eppure l’intoppo può sempre accadere, meglio evitare di rovinarsi un viaggio solo per non aver pensato a proteggere la propria salute. Uno degli imprevisti che possono più facilmente accadere, soprattutto se ti stai dirigendo in zone tropicali dal clima caldo e umido, ha un nome ben preciso: zanzare! Le zanzare, infatti, oltre ad essere degli insetti molto fastidiosi sono anche veicolo di numerose malattie, anche gravi.

Tipi di malattie e di zanzare

La malattia più famosa e diffusa dalle punture di zanzara è sicuramente la malaria, per la quale non esiste ancora un vaccino. Altre malattie importanti che possono essere trasmesse dalle zanzare sono la febbre gialla, la dengue e la Zika, senza contare quelle appartenenti alla famiglia delle encefaliti. Per molte di queste malattie non esiste cura specifica, il che rende fondamentale la prevenzione ossia evitare di venire punti. Questo basterebbe come risposta alla domanda se i repellenti antizanzara in viaggio siano utili o meno. Tanto più considerando che esistono diverse specie di zanzare, ognuna con le proprie specifiche.

Le zanzare non sono tutte uguali, altro motivo per cui è buona cosa usare i repellenti eliminando così il problema alla radice. Le zanzare più diffuse al mondo appartengono al tipo Culex, mentre la malaria è dovuta a quelle del tipo Anopheles, ma le specie di zanzare esistenti sono circa 3500! Oggi, inoltre, a causa del cambiamento climatico e del conseguente aumento della temperatura, le aree a rischio di malattie trasmesse dalle zanzare sono in fase di espansione, arrivando a rendere possibile il contagio dovuto alle punture delle zanzare anche in zone fino a poco tempo immuni dalla presenza di questo fastidioso insetto.

Spray antizanzare in viaggio

Come scegliere un buon repellente antizanzare?

Può sembrare una domanda banale ma in realtà non lo è affatto. In commercio esistono numerosi prodotti che si spacciano per metodi infallibili per tenere le zanzare lontane, ma non è sempre è la verità. La prima cosa che devi fare è decidere se vuoi un metodo naturale oppure affidarti a prodotti con all’interno elementi chimici ma, generalmente, dall’efficacia ben maggiore. Tra questi prodotti la comodità maggiore è sicuramente offerta dagli spray, pratici e maneggevoli, soprattutto nelle confezioni più piccole dal formato pensato appositamente per il viaggio e che rispettano i limiti imposti dalle regole per poter trasportare i liquidi nei bagagli a mano in aereo.

Perché uno spray sia efficace deve avere al suo interno componenti ben specifiche, come il DEET. La quantità minima di DEET necessaria è del 30%, da aumentare al 50% se stai viaggiando in zone particolarmente sensibili al problema o fino al 100% se per caso ti stai avventurando in trekking o percorsi impegnative in determinate zone del mondo con particolari rischi di contagio tramite le punture di zanzara.

In alternativa altri prodotti di provata efficacia contengono Picaridina, chiamata anche KBR3023, oppure l’IR3535 (nome chimico ufficiale etil butilacetilaminopropionato) o il 2-Undecanone (metil nonil chetone). Quando stai comprando uno spray antizanzare è quindi buona cosa leggere e far riferimento agli ingredienti riportati sull’etichetta, senza farti convincere dalle promesse di successo che spesso vengono riportate sulla confezione del repellente.

Spray antizanzare in viaggio

Non solo lo spray antizanzare!

Se cerchi la sicurezza massima uno spray potrebbe non bastare, meglio quindi pensare anche agli ambienti in cui ti troverai a dover soggiornare. La maggior parte delle zanzare preferisce infatti luoghi scuri e umidi, rendendo la casa ed il giardino due zone in cui meglio proteggersi. Le zanzariere sono ideali per rendere impenetrabili porte e finestre, così come un sicuro metodo per proteggere il letto in cui dormirai. Se poi stai viaggiando con bambini, l’attenzione deve essere anche maggiore visto che non tutti i repellenti sono adatti ai più piccoli, meglio quindi cercare prodotti specifici ed anche prodotti pensati come lenitivi del prurito.

Proteggersi dalle zanzare non è difficile, tuttavia è molto importante. Basta attenzione, buon senso e capire che sì, portare lo spray antizanzare in viaggio serve e anche tanto!

Articolo scritto dalla redazione di Rolling Pandas per I viaggi di Manu Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.