Dove vedere Murales in Sardegna
I Viaggi,  Italia,  Sardegna

Tinnura, borgo d’arte nel cuore della Sardegna

Uno dei luoghi che più ho amato della Sardegna è Tinnura.

Forse questo nome dice poco ti e nulla ha a che fare con il blu del mare (anche se in lontananza si scorge) o con la movida di alcune zone della Costa Smeralda.

Qui lontano dal traffico e dalle mete blasonate c’è un piccolo borgo che è un gioiello.

Io lo avevo inserito tra i luoghi da visitare perché avevo letto che era il paese dei cestini di asfodelo, pianta molto diffusa nella regione.

I cesti vengono realizzati artigianalmente intrecciando le fibre vegetali essiccate al sol; durante l’inizio della primavera si possono ammirare questi steli in fase di essicazione.

In realtà ho scoperto un vero e proprio museo a cielo aperto.

Dove vedere Murales in Sardegna

Lungo la via principale, ed anche in alcune laterali, i muri sono coperti da stupendi murales raffiguranti la vita rurale del borgo, realizzati da diversi artisti; molti sono trompe l’oil.

Nei murales vengono rappresentati elementi della vita quotidiana, delle tradizioni ed usi e costumi locali.

Una ventina di anni fa, grazie ad un progetto di riqualificazione urbana, sono iniziati dei lavori di pavimentazione di piazze e vie con il basalto, e la realizzazione di statue e i murales.

Da non perdere la piazza del Sole, dove è possibile partecipare anche a visite guidate.

Tinnura è un piccolo paese della provincia di Oristano, di poco meno di 300 abitanti, lungo la strada statale 292.

Anche nel Lazio si trova un borgo ricco di Murales, se vuoi saperne di più clicca qui.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *