luoghi abbandonati
Emilia Romagna,  I Viaggi,  Italia

Luoghi abbandonati in Emilia Romagna: la discoteca

Un tempo era un punto di ritrovo di tanti ragazzi nelle afose serate estive della bassa pianura modenese.

Ora la discoteca non suona più; gli unici rumori sono quelli di grilli e cicale.

Polvere e detriti caratterizzano tutti i luoghi abbandonati ed anche qui non mancano di certo.

Una domenica in zona arancione mi spinge ad andare a vedere cosa sia rimasto di questa discoteca.

Sono rimasta stupita nel constatare che in realtà la struttura non ha subito grossi danni anche se oramai poco è rimasto di quello che era.

Lungo la statale si trova un piccolo passo chiuso da una vecchia sbarra arrugginita.

Oltrepassata la sbarra si cammina in mezzo ai campi incolti dove prima c’erano i parcheggi.

Il perimetro è ancora definito dai pali dei lampioni ed in fondo a questo viale si vede l’edificio giallo della discoteca.

Su una parete si intravede l’ultimo nome dato a questo luogo poco prima che venisse chiuso definitivamente.

Il piano interrato è ricoperto da alcuni centimetri di acqua stagnante quindi evito di provare ad accedere da questa parte.

Dalle finestre si vedono una poltrona, una scrivania ed alcuni mobili accatastati.

Provo a percorrere l’intero perimetro ma le scale per accedere al primo piano non ci sono più e l’ingresso dalla parte opposta è irraggiungibile a causa di cataste e fascine di legna.

Decido di provare ad arrampicarmi con l’aiuto di un enorme blocco di polistirolo.

Nella vecchia pista da ballo utilizzata nel periodo estivo ci sono parecchi di questi blocchi, chissà a quale utilizzo erano destinati.

Riesco così, finalmente, ad entrare nella sala principale ancora pitturata di un rosso acceso nonostante il passare del tempo.

E’ rimasta intatta anche la doppia porta imbottita in velluto come anche il bancone del bar con l’enorme specchiera.

Addirittura sul bancone c’è ancora un vecchio ricettario per cocktail.

A terra si trovano ovunque calcinacci, cavi, pezzi di cartongesso staccato dal soffitto e vecchi libri.

Procedo salendo le scale rimaste senza ringhiera ma dall’apparenza ancora solide.

Al secondo piano l’ambiente è ancora più spoglio e degradato.

Qui il cartongesso ha completamente ceduto e ricopre quasi totalmente il pavimento di quella che sicuramente era una bella sala con vista sulla pista da ballo estiva grazie alle enormi finestre.

Diversi bagni si trovano in questo piano; in uno di questi si trova una lavatrice abbandonata.

In fondo all’ala destra si trova un locale che probabilmente era adibito a cucina visto le piastrelle bianche che ricoprono tutti i lati.

Scendo nuovamente le scale ed esco dall’edificio.

Resto ancora un istante a guardare l’edificio.

I luoghi abbandonati hanno il potere di lasciare un alone di tristezza e vuoto.

Questo in particolare è stato un vero tuffo nel passato.

Luoghi abbandonati in Emilia Romagna

Mi sono tornate in mente i venerdì ed i sabato estivi quando anche io venivo in questo locale per ballare e divertirmi con gli amici.

Tanti anni fa…

La Discoteca è stata chiusa definitivamente nel 2003 a causa dei problemi giudiziari del proprietario e da quel momento è rimasta abbandonata a se stessa.

 

Anche voi subite il fascino dei luoghi abbandonati? Ecco qualche luogo da non perdere:

Continua a seguirmi anche su Facebbok, Instagram, Twitter, YouTube e Pinterest.

 
 
 
 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *