dis-avventure in viaggio
Dis...Avventure

Dis…Avventure in viaggio – Wrong Airport

Una disavventura è soltanto un’avventura vista dal lato sbagliato; un’avventura è soltanto una disavventura vista dal lato buono (cit.).

Ammetto di aver passato un sacco di tempo a ragionare se scrivere questo post oppure no e ho concluso che comunque queste piccole avventure al contrario sono parte integrante dei miei viaggi e che potesse essere interessante condividerle con voi.

dis-avventure in viaggio

Quindi con questo post ho decido di inaugurare una serie di articoli dedicati a tutte quelle situazioni poco piacevoli che mi sono successe in questi anni di viaggi.

La prima di cui vi parlo è anche la più recente e riguarda il nostro viaggio ad Amsterdam, che vi ho già raccontato in post precedente.

In famiglia sono io l’organizzatrice dei nostri viaggi; prenoto voli, hotel, parcheggi, organizzo itinerari ecc.

Anche in questo caso avevo preparato un programma nei minimi particolari ma… si perché un ma ci deve essere altrimenti di cosa vi starei parlando?

dis-avventure in viaggio

Verso le quattro di mattina ci troviamo in un grande aeroporto dell’Emilia Romagna pronti per partire; il volo sarà dopo un paio d’ore ma, soprattutto quando viaggio con i bambini preferisco partire con un certo anticipo, anche se i check-in li faccio sempre on-line.

Fatto sta che quando scorriamo il primo biglietto ai tornelli che danno accesso alla zona controlli appare sul display la scritta :

WRONG AIRPORT

Ecco se non vi è mai capitato, non potete assolutamente capire.

Smarrimento totale aggiunto a due gambe che diventano di burro mentre 4 occhietti curiosi continuano a chiedere “mamma che succede, perché non possiamo entrare?”

dis-avventure in viaggio

Potrei cercare una o più giustificazioni valide ma in realtà non ne ho nessuna.

Nel mio programma era indicato l’aeroporto giusto, nei biglietti era indicato l’aeroporto giusto. E Quindi?

Mi ero così convinta che quello in cui ci trovavamo era l’aeroporto giusto da non aver  mai guardato attentamente né i promemoria del telefono né tanto meno la prima parte dei miei appunti.

Lo definirei un black-out mentale.

Ma la vita è fatta di decisioni e devo dire che in quel caso il capofamiglia è stata la nostra salvezza.

Guardato l’orario ha deciso che, con qualche congiunzione astrale e molto (molto) fondo schiena, avremmo potuto riuscire a raggiungere l’aeroporto giusto.

dis-avventure in viaggio

L’aeroporto in questione si trovava in Veneto.

Quindi usciamo dall’aeroporto romagnolo e fortuna vuole che troviamo lì fuori un taxi che aveva appena scaricato un cliente.

Saliamo già trafelati e ci facciamo portare al parcheggio (ovviamente non vicinissimo); nel mentre procedo a contattare il suddetto parcheggio per avvisare che stavamo tornando a ritirare l’auto che per nostra fortuna si trovava ancora all’ingresso.

Da qui partiamo per una folle corsa in macchina fino all’aeroporto giusto.

dis-avventure in viaggio

Morale della favola siamo arrivati mentre stavano facendo salire le ultime persone, ad una manciata di minuti dalla chiusura dell’imbarco.

dis-avventure in viaggio

Si ce l’abbiamo fatta; anzi i bambini lungo il tragitto sono pure riusciti a dormire; ma che spavento!

Ringraziamenti

Ovviamente devo ringraziare mio marito, per la prontezza di spirito e la guida da ritiro patente ma che ci ha portato a destinazione, i bambini perché quando gli è stato detto “adesso si corre” non si sono tirati indietro, il taxista che si è fatto trovare al posto giusto e al momento giusto e tutte le gentilissime persone in fila ai controlli dell’aeroporto veneto che ci hanno fatto passare (anche se non mi è ancora chiaro se si sono scansati perché avevano capito che stavamo perdendo l’aereo o perché pensavano fossimo dei terroristi) .

Questa è solo la prima dis…avventura capitataci;  ne abbiamo avute con l’auto e con la pioggia! Poi sicuramente ne arriveranno altre.

Manu

blog viaggi di manu

E a te è mai capitato in viaggio un contrattempo o una disavventura?
Vorresti raccontarlo nel mio blog? Contattami

6 commenti

  • Silvia The Food Traveler

    In tanti anni di viaggi mi è capitato di rimanere chiusa fuori da un B&B in Irlanda e una volta in Toscana, poi abbiamo perso un aereo a Torino per la neve e da qui abbiamo girato mezzo nord Italia per prenderne un altro… Ma la cosa “peggiore” è capitata a una mia collega: prenota i voli per se stessa, per il boss e per un altro collega su Dehli, ma peccato che tutti gli appuntamenti e pure l’hotel fossero a Bombay…

  • Anna

    Non mi è mai successo, ma l’ansia di sbagliare c’è!! Ricontrollo tutto la sera prima di partire e poi di nuovo quando sono in macchina 😀

    • Manu

      E che ero così convinta…
      Adesso ricontrollo migliaia di volte e faccio ricontrollare anche a mio marito.
      Una cosa così spero non mi capiti mai più😅

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.